fbpx Osservatorio Casa Affordable mostra l'altro lato della medaglia: Milano è città sempre più esclusiva ed escludente. - CCL Cerchi Casa
12 Set 2022 / News

Osservatorio Casa Affordable mostra l’altro lato della medaglia: Milano è città sempre più esclusiva ed escludente.

Osservatorio Casa Affordable mostra l’altro lato della medaglia: Milano è città sempre più esclusiva ed escludente.

Lo scorso luglio è nato ufficialmente OCA (acronimo di Osservatorio Casa Affordable), progetto di ricerca promosso da CCL e da Delta Ecopolis in collaborazione con il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano (DAStU) al fine di monitorare le dinamiche di accessibilità economica alle abitazioni del capoluogo lombardo. 

Per gettare luce su questo strumento senza precedenti e svelarne scopo, utilità e funzionamento, i “padri” di OCA Alessandro Maggioni, Presidente del Consorzio Cooperativo Lavoratori, Massimo Bricocoli, Professore di Politiche Urbane e Housing e Direttore del DAStU e Marco Peverini, dottorando in Urban Planning, Design and Policy al DAStU si sono resi disponibili per spiegare perché l’Osservatorio Casa Affordable è cruciale e dare qualche risposta importante circa lo stato di salute del mercato immobiliare milanese. 

Come spiega il Presidente Maggioni, a fronte della narrazione più classica che applaude i costi del settore immobiliare meneghino come sintomo di crescita e motivo di vanto, OCA vuole spostare i riflettori sul lato opposto della medaglia, quello di cui si parla meno e che pure colpisce diffusamente gran parte della popolazione: i costi dell’abitare, infatti, mettono in difficoltà una moltitudine di persone che a Milano desiderano o devono rimanere – magari per studio o per lavoro – e che si ritrovano compressi fra valori carissimi per gli immobili e redditi medi stazionari

Per fare questo, l’Osservatorio monitora i livelli della cosiddetta “affordability” della città, fattore che il Professor Bricocoli definisce come un concetto che “pone lo sguardo sia sulla posizione economica degli individui, sia sulle diverse condizioni e i vari costi collegati a una soluzione abitativa” (si pensi, per esempio, alle spese del pendolarismo). Ciò che lo distingue dall’idea di “accessibilità economica”, etichetta con cui in italiano tendenzialmente si traduce “affordability”, è dunque il riferimento a una situazione che perdura nel tempo, piuttosto che a un momento puntuale e finito. 

Ed è sempre il Prof. Bricocoli a mettere in guardia sulle conseguenze del basso grado di affordability di Milano: “Il rischio è che diventi una città esclusiva, che esclude chi ha un reddito basso e deve sostenere i costi di un’abitazione perché non ne ha ereditate o non ha un supporto familiare”. Il rischio, quindi, è che il capoluogo lombardo si trasformi una volta per tutte in un luogo inaccessibile, che “prende più di quello che riesce a dare”.

A concludere l’intervista a tre voci è Marco Peverini, che nell’ambito della ricerca dottorale finanziate dal Consorzio Cooperative Lavoratori ha studiato e continua a documentare il fenomeno della scarsa accessibilità economica sul territorio milanese. Oltre a delineare un quadro preciso del costo medio di affitto e il salario medio a Milano, Peverini offre un confronto con Vienna, altra grande città europea che, sulla carta, dovrebbe registrare le stesse problematiche di Milano, ma che in realtà propone un modello virtuoso, mostrando che è possibile contenere il dilemma dei costi abitativi anche nei poli più attrattivi. 

Per leggere l’intervista completa, divisa in due parti, clicca qui sotto.

Perché diventare socio CCL?

Semplicemente per costruire insieme ad altri abitanti una casa che risponde alle esigenze di tutti, ad un costo inferiore rispetto a quello di mercato. Ogni scelta è condivisa, il dialogo è sempre costruttivo e, insieme a SSA e Noicoop, si vive al meglio la casa e il quartiere.

LEGGI TUTTO

Non trovi la casa che fa per te?
Siamo pronti ad ascoltare le tue esigenze

COMPILA IL FORM

CCL È PROMOSSO DA

ACLI Milanesi e CISL Milano Metropoli – Aderisce a CONFCOOPERATIVE HABITAT

CCL DIALOGA CON LE SEGUENTI ISTITUZIONI
Regione Lombardia, Comune di Milano e Comuni della Città Metropolitana, Prefettura di Milano, Ordine degli Architetti di Milano e Provincia, Politecnico di Milano, Università Cattolica, Aler Milano, Fondazione Cariplo.

CCL LAVORA CON
Assimpredil Ance, Legacoop, Libera, Farsi Prossimo, Caritas Ambrosiana, Delta Ecopolis, Consorzio CGM, ASM Abitare Sociale Metropolitano, DAR=Casa, Super festival delle Periferie, Assocond Conafi, Vitale&Co-Real Estate; Torre SGR, Redo SGR, Sintesi Immobiliare Gruppo Brioschi.

CCL È FONDATORE
del concorso AAAarchitetti Cercasi TM
dell’Osservatorio Casa Affordable (OCA).

PARTNER FINANZIARI
Banca Intesa San Paolo, BCC MILANO, Banco BPM.

CONSORZIO COOPERATIVE LAVORATORI
via della Signora, 3
20122 Milano

T +39 02 77116300
F 02 782356
E-M segreteria@cclcerchicasa.it

CF e PI: 02932870153