TAG: ccl

Innovazione, comunicazione e formazione: l’assemblea del CCL

22/12/2017 - Federica Verona

Il 18 dicembre si è tenuta l’assemblea annuale del CCL in una location d’eccezione: il Tencitt di Via Laghetto. Il soffitto voltato, le decorazioni natalizie e una luce soffusa sono stati il teatro di una serata che ha visto a raccolta la comunità del Consorzio: dipendenti, collaboratori, assistenti ai soci, soci.

Ha aperto le danze il Presidente Alessandro Maggioni, facendo una breve introduzione sugli argomenti della serata e lasciando subito la parola a Simona Pisanello,  C.E.O. di Itaca la società di comunicazione che è stata scelta dal CCL per ristrutturare l’immagine del Consorzio. Simona, da ex socia, bene conosce i meccanismi, anche complessi, di come funziona questa macchina cooperativa e questo è stato uno dei motivi per cui si è deciso di lavorare insieme. Dopo Simona è stato il turno di Veronica Pancini, strategy di Itaca, che con passione e cura ha presentato tutta la nuova strategia di comunicazione partendo dall’analisi fatta sul “come il CCL si racconta” sui suoi competitors e sul “come il CCL viene visto”e, secondo Veronica, quella dell’angelo custode, è la figura che più ci rappresenta. Un percorso di immagini e video, per accompagnare gli spettatori verso il pay off scelto: “La fiducia è una casa seria”.

IMG_1798

Poi è stato il turno del direttore, Claudio Palmerini, che brevemente ha sintetizzato il preventivo 2018 mettendo in evidenza i prossimi investimenti futuri: formazione, comunicazione e ristrutturazione degli uffici per mettere al centro il welfare aziendale. Perchè, in un momento in cui la crisi sta piano piano passando, in cui serve essere “cautamente ottimisti” è giusto investire nel futuro. Così Alessandro Maggioni ha fatto un aggiornamento sulle iniziative in corso e ha sottolineato l’importanza di SSA che mette impegno costante nella gestione dei condomini. Infine sono state presentate le new entry, Alessandra Marsiglia e Giuseppe Failla, due giovani leve che già sono entrate a pieno regime nella macchina CCL lavorando a due iniziative e portando le loro competenze.

IMG_1801

Vari sono stati gli interventi tra cui quello di Nicoletta Piccirillo, impegnata, oltre che in SSA, in Federabitazione, che ha sottolineato il grosso potenziale che ha il CCL ma non sempre è capace di raccontarlo. Per questo è importante investire in comunicazione e in nuovi linguaggi capaci di attirare nuovi soci. E proprio di soci ha parlato il presidente onorario Giacomo Previdi, invitando tutti a ricordare che proprio loro sono il cuore del lavoro che ogni giorno si fa. E poi gli interventi di Paolo Petracca, presidente delle Acli, che ha citato i dati di una ricerca su Milano che ne racconta la positività e poi Gilberto Mangone, Cisl, ha sottolineato quanto lavoro si sia fatto in questo anno guardando al domani.

IMG_1802

Un ricco banchetto, infine, ha accompagnato l’aperitivo di auguri, dove ognuno ha avuto l’occasione di scambiare due chiacchiere in un’atmosfera diversa dagli anni precedenti. In un luogo diverso, con uno sguardo verso il domani particolarmente attento e propositivo. Ora c’è solo da rimboccarsi le maniche e continuare a lavorare.

Natale a Borgo Porretta

23/12/2016 - Federica Verona

Martedi 20 dicembre, insieme alla Cooperativa Farsi Prossimo Onlus, abbiamo organizzato un aperitivo di Natale a Borgo Porretta.
Gli abitanti hanno preparato qualcosa da mangiare e noi abbiamo organizzato una tombola e un brindisi. Vari premi tra cui due orologi messi a disposizione da un abitante che fa il gioielliere. Un clima piacevole, anche se questa volta non si era in molti, a remare contro la pioggia e il periodo natalizio denso di aperitivi di lavoro. Per noi è stata l’occasione anche di distribuire un questionario per capire quali attività costruire insieme nel 2017.
La zona non è centrale ed è purtroppo poco collegata, per questo gli abitanti sperano in una fermata dell’autobus che possa connetterli con il vicino passante, e su questo si sta già lavorando. Noi di sicuro cercheremo di animare con varie attività il Borgo.

Ecco qualche foto della serata

IMG_7640

IMG_7641

IMG_7643

IMG_7644

IMG_7645

IMG_7646

APERITIVO-BORGO-PORRETTA

 

 

L’angolo delle occasioni

20/01/2016 - Federica Verona

Nel 2015 le cooperative associate al Consorzio Cooperative Lavoratori, hanno consegnato ai loro soci 357 alloggi nel territorio di Milano, Sesto San Giovanni e Pero.
Le nostre case, ad alta efficienza energetica, e curate nei minimi dettagli, hanno un costo inferiore a quello di mercato, perchè diversamente da altre realtà, le cooperative ripartiscono esclusivamente i puri costi essendo a mutualità prevalente.
Solitamente le nostre iniziative vengono fatte solo se la compagine sociale raggiunge l’ 80% delle adesioni. Capita raramente che rimangano ancora disponibili alloggi oppure box tra le iniziative concluse, ma se siete stati a casa di un vostro amico che ha comprato casa in cooperativa e volete sapere se vicino a lui è rimasto ancora qualcosa di disponibile, questo post fa per voi.

ALLOGGI E BOX DISPONIBILI

Cooperativa Don Ghezzi, Via Cesare Battisti, Cerchiate di Pero

Disponibilità Box a partire da euro 19.o00.

vista da parco (2)

vista da parco (5)

Scarica qui la brochure del trilocale con sottotetto disponibile

 

Cooperativa Cascina Gatti, Sesto San Giovanni, Via Molino Tuono

Due alloggi trilocali all’ultimo piano con vista panoramica e dotati di locale hobby a partire da euro 2.400 al mq.

Sono inoltre disponibili alcuni Box a partire da euro 19.000

Cascina Gatti A RENDER ST N. 25 Cascina Gatti B RENDER ALL. N. 25

Cooperativa Isimbaldi, Monza, Via Giorgio Ambrosoli 

Un monolocale perfetto per giovani coppie o single a euro 118.000 comprensivi di box

Isimbaldi

Cooperativa Solidarnosc, Piazzale della cooperazione, Milano

Sono disponibili due box doppi in lunghezza a partire da euro 27.000. L’iniziativa è vicina allo Stadio di San Siro.

Vista lato strada

Cooperativa Solidarnosc, Via Mulas, Milano

Quattro box doppi in Via Mulas a euro 25.600

IMG_9536

IMG_9576

 

Un questionario per il futuro di condominio

19/11/2015 - Federica Verona

Co care significa “curare in maniera collaborativa”. Noicoop,  Spazio Aperto Servizi e gli amministratori dei condomini gestiti da SSA , hanno elaborato un questionario, con il contributo di Fondazione Cariplo, per capire quali sono i bisogni degli abitanti di una grande città come Milano.

In particolare si fa riferimento alle esigenze che le famiglie hanno nella quotidianità. Spesso il tempo infatti è poco e non si riesce a passarlo con i propri figli per aiutarli nei compiti, oppure i genitori sono anziani e hanno bisogno di cure ma il lavoro non consente di avere modo di dedicare loro le attenzioni di cui hanno bisogno. A volte, poi, le economie familiari non permettono di avere una colf che faccia le pulizie  con costanza in casa. E poi, quando il tempo libero si trova, diventa difficile avere la possibilità di fare attività culturali e sociali nel proprio condominio.

Per questo abbiamo ditstribuito 3.000 questionari per capire qual’è la domanda e per, eventualmente, costruire un servizio innovativo di badanti, colf, baby sitter di condominio a costi contenuti.

 

CO-CARE-mailchimp

Zoia Officine Creative, la creatività in periferia

28/04/2015 - Federica Verona

A Milano, il 12 settembre, è nata ZOC, Zoia Officine Creative, un progetto dedicato a creativi che hanno lanciato la propria start up a impatto sociale. ZOC è ospitato da “Zoia, l’abitare popolare”, il progetto di social housing delle due cooperative Solidarnosc e Ferruccio Degradi, promosso da un Bando del Comune di Milano, per la realizzazione di 90 alloggi in proprietà, affitto convenzionato e sociale. L’obiettivo di ZOC è rispondere agli impulsi più attuali della città di Milano, con particolare attenzione alla sua periferia. Da una parte le esigenze di una nuova forma di imprenditoria socialmente rilevante, fatta di dimensioni professionali inedite, nuovi spazi di lavoro, incubatori e aree di coworking. Dall’altra il desiderio crescente di una nuova partecipazione sociale dei cittadini, desiderosi di tornare a essere protagonisti del proprio quartiere e territorio. Come? ZOC ha dato vita ad un incubatore di imprese e di professioni creative, mettendo a disposizione un laboratorio aperto per giovani e meno giovani che si affacciano al mondo del lavoro in ambito creativo. Quattro spazi di 50 mq destinati ad attività imprenditoriali fortemente aperte al quartiere. Gli spazi sono stati assegnati ad un canone di affitto molto basso, tramite il concorso ZOC Contest che si è chiuso ad aprile 2014. I vincitori hanno presentato un progetto innovativo e stimolante dal punto di vista sociale per il quartiere e gli abitanti. I vincitori hanno professionalità differenti, da Luciano Garofano (G-Major) che oggi fa il liutaio a tempo pieno a LeLabò che raggruppano scenografe, costumiste, lavoratrici del mondo del teatro, fino a “L’architettura è servita” che a Zoia ha aperto uno studio di architettura con il pollice verde. Infine “Zoia-Gallery & lab”, una galleria d’arte di periferia curata da Erika Lacava. Ognuno, si impegna ad organizzare corsi, attività pubbliche e pratiche collettive insieme ad abitanti e quartiere.

Zoc è un nuovo polo del sapere e del fare, aperto alla città e alla fruizione collettiva di residenti o professionisti, artefici della propria nuova quotidianità.

facebook.com/zoiaofficinecreative

Il diritto al lavoro e alla casa spiegato ai giovani

10/03/2015 - Federica Verona

Domenica 22 febbraio si è tenuto presso l’Oratorio San Giovanni Bosco di Abbiategrasso l’incontro promosso dal CCL in collaborazione con la Pastorale Sociale della Diocesi di Milano, Acli e Cisl: “Il diritto al lavoro e alla casa secondo Papa Francesco”. La serata, iniziata con una cena organizzata dai genitori e dagli educatori dell’Oratorio sotto l’attenta guida di Don Leandro Miguel Guerzoni, è stata l’occasione per parlare di casa, lavoro, cooperazione e giovani. Con la regia del Dott. Previdi (Presidente Onorario del CCL), per l’occasione coordinatore della serata, grazie ai contributi di don Walter Magnoni (Responsabile Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Milano), Claudio Palmerini (direttore del CCL) e Augusto Zaninelli (Presidente della coop. sociale Comunità del Sorriso) oltre 35 giovani dai 17 ai 20 anni hanno avuto modo di conoscere il mondo della cooperazione leggendolo attraverso il racconto diretto delle esperienze presentate dai cooperatori e le parole di Papa Francesco magistralmente illustrate da Don Walter Magnoni. La chiusura, con un intenso momento musicale proposto da uno dei giovani dell’Oratorio, ha suggellato la fine della serata.