Commonhousing

Per chi cerca molto più di una casa.

Commonhousing

Il Common Housing è un nuovo approccio all’abitare che si fonda su una ridefinizione degli spazi, del processo decisionale e del rapporto tra edificio e città.

Attraverso il Common Housing, noi del Consorzio Cooperative Lavoratori ci proponiamo di: dare agli abitanti gli strumenti perché possano appropriarsi dei luoghi in cui vivono; rispondere a nuove esigenze abitative attraverso efficaci proposte progettuali; promuovere progetti capaci di rafforzare la convivenza civile e la coesione sociale; offrire sul mercato case di qualità a prezzi competitivi, attivando una serie di servizi condivisi che aiutano a contenerne i costi.

La scomparsa della tipica famiglia composta da genitori e figli – quella emersa dal boom economico – e l’emergere di realtà sempre più frammentate – single, anziani, famiglie monogenitoriali – hanno creato nuovi bisogni abitativi che spesso non trovano risposte convincenti sul mercato immobiliare.

A questi trend socio-demografici si aggiungono altri cambiamenti del ‘sentire comune’. Basti pensare al rapido sviluppo della sharing economy, di come questa stia velocemente sostituendo al concetto di proprietà quello di condivisione. O ancora, come la stabilità – di vita e professionale – sia messa in discussione da esperienze sempre più improntate al ‘nomadismo’.

Noi di CCL promuoviamo un modo di vivere basato sul principio della sostenibilità sociale e ambientale, orientato verso la condivisione degli spazi e aperto al quartiere. Siamo convinti che per raggiungere questi obiettivi il primo passo sia quello di dare ascolto ai bisogni. I processi partecipativi, infatti, aiutano a definire gli spazi in maniera più democratica e riescono a rispondere alle esigenze emerse in fase decisionale in maniera più mirata.

Con i nostri interventi ci proponiamo di facilitare le relazioni tra gli inquilini attraverso spazi condivisi come ciclo-officine, lavanderie comuni, biblioteche condominiali, sale per feste e riunioni, playground. Tutti luoghi in cui gli abitanti costruiscono relazioni e dialogano tra loro, luoghi in cui nasce una solidarietà fondamentale per raggiungere quella coesione sociale che è solida base di un vivere armonioso, consapevole e sicuro.

Il Common Housing è un approccio che porta con sé anche un evidente vantaggio economico perché servizi condivisi e spazi che meglio rispondono alle esigenze di chi li abita sono il punto di partenza per poter abbattere i costi senza rinunciare alla qualità.